Un interruttore dimmer per la crescita delle cellule cerebrali umane - Barlettaweb.com

2022-05-21 09:54:25 By : Ms. Sophie An

I neuroni umani derivati ​​dall’urina consentono agli studenti del laboratorio Ernst di modellare malattie del neurosviluppo come la sindrome FOXG1. Questa immagine mostra un grande gruppo di cellule neuronali colorate per i geni noti per essere espressi nelle cellule cerebrali. Una volta creati, questi neuroni possono essere utilizzati per studiare i processi di sviluppo, testare farmaci o modificare geneticamente i prodotti genici che potrebbero essere carenti in malattie come la sindrome FOXG1. Credito: Nuwan Hettige

Controllare come crescono le cellule è fondamentale per garantire un corretto sviluppo cerebrale e fermare i tumori cerebrali aggressivi. Si ritiene che la rete di molecole che controllano la crescita delle cellule cerebrali sia complessa e vasta, ma ora i ricercatori della McGill University forniscono prove sorprendenti di un singolo gene che può, da solo, controllare la crescita delle cellule cerebrali negli esseri umani.

In un articolo pubblicato di recente in Cellula staminale rapporti, Carl Ernst, professore associato presso il Dipartimento di Psichiatria della McGill University e il suo team hanno dimostrato che la perdita del gene FOXG1 nelle cellule cerebrali di pazienti con microcefalia grave, una malattia in cui il cervello non cresce abbastanza, riduce il cervello crescita cellulare. Usando l’ingegneria genetica, hanno attivato FOXG1 nelle cellule di un paziente con microcefalia a livelli diversi e hanno mostrato corrispondenti aumenti nella crescita delle cellule cerebrali. Hanno scoperto un notevole interruttore dimmer per aumentare o diminuire la crescita delle cellule cerebrali.

La loro ricerca indica che un singolo gene potrebbe potenzialmente essere preso di mira per fermare la crescita delle cellule tumorali cerebrali. O che la futura terapia genica potrebbe consentire che questo stesso gene venga scoperto in pazienti con microcefalia o altri disturbi del neurosviluppo.

“La dose di FOXG1 sintonizza la dinamica di proliferazione cellulare nelle cellule progenitrici del proencefalo umano” di Nuwan C. Hettige et al. è stato pubblicato in Rapporti sulle cellule staminali.